I VANTAGGI NELL’ UTILIZZARE LE BARRIERE PERIMETRALI: Le Barriere FOSTER della MITECH

Molto spesso l’installatore si trova a dover proporre soluzioni di sistemi di antintrusione, in circostanze che includono aree esterne, anche di dimensioni estese.

Situazione questa, che può far scaturire grandi difficoltà sia in fase di progettazione, e conseguentemente in fase di installazione, dato che più ampia sarà l’area, è più sensori dovremo ipotizzare nel nostro sistema, con tutti gli inconvenienti del caso, sia per la complessità dell’impianto, ma soprattutto per il tempo d’installazione che ne conseguirebbe.untitledart5

Per poter ovviare a tale problematica, ci potranno essere d’ausilio, l’utilizzo delle BARRIERE PERIMETRALI, che possono essere la soluzione più congeniale, per la protezione di aree esterne più o meno estese.

barriere1

Le  Barriere Perimetrali possiamo suddividerle in base alla tecnologia utilizzata, a Microonda e ad Infrarosso (ovviamente esistono anche quelle che utilizzano ambo le tecnologie).

La barriera a microonde è una protezione attiva, crea un lobo di copertura raffigurabile come un “sigaro”; essa è composta da uno stadio trasmittente (emettitore di microonde) e uno ricevente, chi entra nel volume di copertura genera un allarme.                Il sensore produce e invia le microonde calcolando la quantità d’energia impiegata; in caso d’intrusione, ad impianto inserito, lo stato di quiete si modifica: per ripristinarlo il rilevatore compie un dispendio di energia che provoca una segnalazione d’allarme.

imagesaticolo2

La barriera esterna ad infrarosso attivo, composta da un trasmettitore di raggio infrarosso indirizzato verso lo stadio ricevente, crea una copertura “filiforme”: se il raggio s’interrompe l’antifurto genera una condizione d’allarme.

imagesart7

Con questo sistema rendiamo in pratica inviolabili anche muri esterni, cancelli, balconi che si trovano lungo il perimetro della zona da proteggere, inoltre risultano affidabile e sicure, oltre ad essere di difficile manomissione

Le barriere a raggi infrarossi risultano, affidabili perché diversamente dal sensore “classico” da esterno ad infrarosso, che possiedono rilevatori Pir che leggono a distanza la variazione termica di un corpo in movimento ed inviano l’allarme alla centralina quando ciò accade, le barriere perimetrali si comportano in maniera differente: dato che non si tratta di rilevatori PIR passivi, installati singolarmente, ma di sensori attivi, ovvero composti da trasmettitore e ricevitore, installati a coppia,  uno di fronte l’altro.

imagesarticol04

Il funzionamento è  semplice, ma altrettanto efficiente: il trasmettitore invia il fascio ad infrarossi che viene rimandato indietro dal ricevitore, qualora uno più fasci venissero interrotti scatta l’allarme.

imagesS0DP5KZO

Quando parliamo di barriere perimetrali ad infrarosso attivo, non possiamo non prendere in considerazione le barriere “FOSTER” della MITECH, composta da un’unità trasmittente ed una ricevente che utilizza raggi incrociati, che generano un reticolo impenetrabile, per la protezione di aree esterne, caratterizzata da ridotte dimensioni e dal gradevole design, inoltre viene venduta già precablata e pronta per l’installazione.foster9

Barriera che garantisce una sofisticata garanzia, e pur appartenendo ad un prodotto di alta gamma viene proposta ad ottimo compromesso di rapporto di qualità prezzo.

E’ proposta a varie altezze (sia mono che a due lenti), che vanno da un minimo di 102 cm ad un massimo di 355 cm, riuscendo a soddisfare quindi ogni tipo di esigenza.

Garantisce una portata di 100 metri lineari, risultando il dispositivo ideale, per proteggere in modo efficace e semplice, grandi distanze, rendendo di fatto inviolabile il perimetro protetto.

Foster_1

Può essere proposta, in soluzione dove anche l’estetica è particolarmente importante, come all’interno di giardini, di eleganti ville, o prestigiose abitazioni, dato che può ricordare un discreto lampione da giardino.Foto-1-1024x625

Per concludere possiamo affermare, che le barriere Foster della Mitech ad infrarossi attivi, possano rappresentare, la soluzione ideale da  proporre, quando si è chiamati  per poter proteggere in modo semplice, veloce, efficace ed esteticamente discreto, ampi perimetri esterni.

Quindi se volete conoscere meglio questo dispositivo, potrete farlo contattando le sedi, oppure venendoci a trovare   per toccarla direttamente con mano.

Questa voce è stata pubblicata in Antintrusione e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.